Uzoro da Viabasso

Il grande eroe che guidò Corza contro gli Ornogesi

Description:
  • Idolatrato a Corza e famoso sia a Vississa che a Cobu, che in generale tra gli uomini d’arme.
  • In gioventù Uzoro era un capitano di mare fallito, che aveva perso tutto per sfortuna e azzardi (incluso l’azzardo, letteralmente). Si dice che però sia riuscito a mangiare un rarissimo frutto della Gran Mangrovia (che ha smesso di farne dalla caduta da Amùl), e grazie ad esso si sia spinto sul fondo del mare. Ivi ha incontrato Madba, che gli ha donato i suoi tre pugnali.
    Forte delle armi magiche e del carisma di un eroe ha mosso guerra ad Ornoge ed ha vinto.
  • I tre pugnali di Madba sono, in ordine di importanza:
  1. Tuono. Argento e rame, incise le ramificazioni elettriche del fulmine (mica per niente!). Quando colpisce infatti scatena un fulmine, dilaniando l’avversario. Il rombo portentoso di un tuono viene udito a grande distanza e stordisce chiunque nelle vicinanze, tranne chi ha vibrato il colpo.
  2. Brezza. Unico blocco di metallo duttile, senza decorazioni né manico. Lama non particolarmente tagliente. Si dice trovi da solo la strada verso i punti deboli dell’avversario, come sospinto da brezza di mare.
  3. Lume. Pugnale dalla foggia primordiale, unico pezzo di ossidiana che sembra sia stato infranto e ricomposto colando oro fuso per attaccarne i pezzi. Se lanciato, volteggia magicamente nell’aria e torna in mano al possessore.
Bio:

Uzoro da Viabasso

La Compagnia della Bestia dottornomade